Macinare a pietra lentamente a bassa temperatura

Macinare a pietra lentamente a bassa temperatura

Vero . Da una ricerca condotta dal Professor Giovanni Dinelli dell’Università di Bologna, professore ordinario presso il dipartimento di scienze e tecnologie agrarie, è stato dimostrato che gli impianti di macinazione a pietra possono essere di vari modelli e tipologie, solitamente quando non superano gli 80 giri al minuto, non surriscaldano la farina arrivando massimo a 45°C, a differenza della macinazione a cilindri dove la farina può raggiungere temperature che sfiorano i 90°C.

Evidentemente, ci possono essere casi in cui le azienda macinano a pietra con l’unico obiettivo di mantenere quantità elevate, in quel caso utilizzano molini che superano i 200 giri al minuto ed il prodotto può aumentare la temperatura superando i 65°C.

Ne va da sé, che più le temperature del prodotto sono elevate, maggiori saranno i nutrienti che andranno persi inevitabilmente.